Vaticano, i migranti all’udienza generale di Papa Francesco

Comunicati stampa

21 Dicembre 2018 alle 9:47

Erano una quarantina i migranti che questa mattina hanno assistito all’udienza generale di Papa Francesco durante la quale ha inaugurato un ciclo di catechesi sul “Padre nostro”. Nell’Aula Paolo VI i beneficiari, una rappresentanza dei centri d’accoglienza gestiti dalle cooperative sociali Tre Fontane e Medihospes, hanno avuto la possibilità di incontrare il Santo Padre scattando con lui una foto ricordo. Papa Francesco ha salutato i migranti e i dipendenti delle due cooperative sociali chiedendo di pregare per lui.

La partecipazione all’udienza generale di Papa Francesco rappresenta il secondo tassello di un’iniziativa più ampia, scaturita dal desiderio spontaneo dei richiedenti asilo di conoscere i luoghi di culto presenti a Roma. Così, prima della visita in Vaticano, migranti e cristiani sono stati accompagnati all’interno della Moschea e ora si organizza la prossima meta: la Sinagoga.

Gettare ponti fra diverse culture, stimolare la conoscenza reciproca di tradizioni e religioni differenti con cui i beneficiari dei centri d’accoglienza e i cittadini romani convivono ormai da tempo, tendere la mano verso il prossimo. Sono questi gli elementi forti alla base del desiderio di conoscere da vicino i simboli dei culti presenti a Roma.

Le cooperativa sociali Tre Fontane e Medihospes hanno svolto il ruolo di tramite, attivandosi perché il loro desiderio di gettare ponti comuni fra culture diverse potesse prendere forma.