Tre Fontane, il progetto Frutta Urbana per l’inclusione dei migranti

Comunicati stampa

07 marzo 2018 alle 9:38

Promosso dall’associazione Linaria, il progetto “Frutta Urbana” si è espanso arrivando a coinvolgere alcuni migranti ospiti nel centro di accoglienza SPRAR San Bruno, gestito dalla cooperativa sociale Tre Fontane. L’iniziativa dà un contributo alla lotta all’esclusione sociale, coinvolgendo migranti e rifugiati che oggi vedono aumentare le diffidenze degli Italiani nei loro confronti, rendendo sempre più difficile un loro possibile inserimento nel tessuto cittadino.

Dodici i migranti coinvolti nel progetto “Frutta Urbana” provenienti da vari paesi tra cui: Gambia, Somalia, Nigeria, Afghanistan e Iran. Grazie all’aiuto dello chef Giuseppe Caltabiano sarà raccolta della frutta che cresce spontanea a Roma. Successivamente saranno ricavate conserve e marmellate da vendere ai g.a.s., a ristoranti e locali, nei mercati di Campagna Amica, e alle associazioni Slow Food.

Per saperne di più, leggete l’articolo al link seguente: http://pollyanna.it/index.php/2018/03/06/frutta-urbana/