Scuola: Filosofia e migrazioni, il fortunato progetto del CNR a cui ha contribuito Tre Fontane

  • Home
  • Comunicati stampa
  • Scuola: Filosofia e migrazioni, il fortunato progetto del CNR a cui ha contribuito Tre Fontane

Comunicati stampa

23 aprile 2018 alle 17:44

Roma, 23 aprile 2018 – Questa mattina, nella sala “Guglielmo Marconi” del Consiglio Nazionale delle Ricerche, si è svolto l’incontro conclusivo del progetto di alternanza scuola-lavoro “Filosofia e Migrazioni”. Realizzato dall’Iliesi e dalla Società Filosofica Romana, ha coinvolto tre licei della Provincia di Roma: Caetani, Enriques e Volterra. Anche la cooperativa sociale Tre Fontane contribuito al buon esito dell’iniziativa, ospitando gli studenti del liceo di Ostia all’interno del Cas Salorno da lei gestito.

“È un’iniziativa che ha previsto sia lezioni frontali al CNR sia visite in alcuni luoghi che si occupano di migrazioni come centri di accoglienza, strutture della Caritas o giornali specializzati”, ha spiegato Maria Eugenia Cadeddu, ricercatrice del CNR e responsabile del progetto “Migrazioni, plurilinguismo e trasmissione di saperi in area mediterranea”. Che poi ha precisato come “a ogni classe era stata assegnata una visita in un centro differente in base a un tema da affrontare in una relazione finale”. Nel caso del Cas Salorno di Tre Fontane sono stati trattati concetti di lavoro e seguente integrazione dei migranti.

Obiettivi del corso, promosso da Maria Eugenia Cadeddu insieme alle colleghe Cristina Marras e Ada Russo, sono stati da una parte stimolare l’interesse degli alunni verso il fenomeno delle migrazioni, la loro creatività connessa all’elaborazione di tesine e alla realizzazione di un sito internet, dall’altra venire a conoscenza di alcuni lavori come il ricercatore, l’avvocato nei centri di accoglienza, l’operatore sociale, il giornalista, il bibliotecario. Professionalità che, all’interno del progetto, i ragazzi hanno dovuto impersonare.

“Con grande piacere abbiamo notato interesse, curiosità e partecipazione attiva dei ragazzi”, sono state le parole di Manuela Tamburini, direttrice del CAS Salorno gestito dalla cooperativa sociale Tre Fontane. La quale poi ha puntualizzato come, “grazie a questa interessante iniziativa del CNR, è possibile gettare le basi per l’accoglienza e l’integrazione che coinvolgano le nuove generazioni, responsabili futuri di un vero cambiamento in questo Paese”.